#VisitLidoVenice
Resta aggiornato sul Lido di Venezia #VisitLidoVenice
Ricerca
Eventi e convegni
Book now Book now
Ricerca
Mappa interattiva
Meteo
Eventi e convegni
Meteo
Meteo oggi
15°
cielo sereno
Fonte Arpav - Scopri di più
Numeri utili
Informazioni di viaggio
+39 041 8627117
Servizio taxi
+39 041 5265974
Trasporto bagagli
+39 041 713719
Informazioni trasporti Actv
+39 041 041
Numeri di emergenza
Emergenze
112
Guardia Costiera
1530
Guardia Medica
+39 041 2385668
Blocco circuiti Bancomat
800 822 056
// Booking
Torna agli eventi

17° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia

Eventi

Il tema della Biennale di Venezia 2021 incontra una richiesta quanto mai attuale nei nostri giorni: How will we live together? 

Un mondo sempre più attento ai cambiamenti climatici, alle sensibilità sociali e, soprattutto, sulla via del risveglio da una pandemia globale, ha tutta la necessità di sapere come vivremo su questo pianeta.

La grande kermesse prenderà il via il 22 maggio fino al 21 novembre tra le sedi dei Giardini e dell’Arsenale.
Il curatore a cui è stato designato il ruolo è l’architetto Hashim Sarkis, docente e ricercatore con un dottorato in Architettura alla Harvard University. Dal 2015 è Preside della School of Architecture and Planning al Massachusetts Institute of Technology (MIT).

Hashim Sarkis  ha immaginato linearmente un allestimento che segue 5 scale di grandezza: l’individuo, le abitazioni, le comunità, il territorio e il pianeta. Ogni progetto ha una storia da scoprire attraverso le didascalie o grazie alle guide a cui chiedere informazioni sui lavori esposti.

Quest’anno è un grande appuntamento per il nuovo presidente della Biennale di Venezia, Roberto Ciccutto, che, vista l’emergenza sanitaria, si è fatto carico di una non facile transizione.

Il percorso più filologico consiglierebbe di iniziare la visita dall’Arsenale, dove sono esposti i lavori appartenenti alle prime tre categorie relativamente al rapporto di convivenza tra il corpo e le altre intelligenze. Un esempio è il braccio robotico, realizzato da MAEID, in grado di piantare e coltivare spore su una struttura in terra.

Nella sezione dedicata alle abitazioni un esempio è la prima struttura abitabile e multipiano realizzata interamente in fibra di vetro e carbonio, un progetto di Achim Menges a ridotto impatto ambientale.

L’ultima parte delle Corderie è dedicata alle comunità e affronta le tematiche sociali e politiche. Un forte esempio è l’opera pensata da Laura Fregolent e Paola Malanotte-Rizzoli per sensibilizzare sulla fragilità del territorio: un pavimento che raffigura Venezia e che si sbriciola sotto i piedi dei visitatori.

Informazioni

  • Programma completo dell'evento

    https://www.labiennale.org/it/architettura/2021

Altri eventi
Pellestrina Venezia
Tempio votivo lido venezia
Book now