Ricerca
#VisitLidoVenice
Book now Book now
Book now
Book now
Meteo
Ricerca
Meteo
Meteo oggi
15°
cielo sereno
Fonte Arpav - Scopri di più
Numeri utili
Informazioni di viaggio
+39 041 8627117
Servizio taxi
+39 041 5265974
Trasporto bagagli
+39 041 713719
Informazioni trasporti Actv
+39 041 041
Numeri di emergenza
Emergenze
112
Guardia Costiera
1530
Guardia Medica
+39 041 2385668
Blocco circuiti Bancomat
800 822 056
// Booking
Torna al journal

Il primo vaporetto di Venezia

Approfondimenti

IL TRASPORTO PUBBLICO DI VENEZIA NASCE NELL'OTTOCENTO, E PRENDE ISPIRAZIONE DAI VAPORETTI DELLA SENNA.

La città di Venezia, l’isola del Lido e i loro abitanti sono profondamente legati all’acqua e agli spostamenti sulle imbarcazioni. I loro autobus sono i vaporetti, i taxi scivolano sull’acqua e anche le ambulanze arrivano lungo la laguna.

 

La storia del primo vaporetto (o batèo, in dialetto veneziano) inizia nel 1881. In quell’anno, infatti, venne varato il “Regina Margherita”, contrassegnato dal numero 1.
Fu il primo ad attraversare il Canal Grande, fino ad allora monopolio dei gondolieri, e nacque per l’idea di Alessandro Finella, un piemontese di stanza a Venezia, che la copiò dai bateaux mouches francesi, vaporetti che all’epoca navigavano già sulla Senna.

 

Il Regina Margherita venne costruito proprio in Francia, grazie alla “Compagnie des Bateaux Omnibus de Venise” di Parigi, e il 7 maggio partì da Nantes arrivando l’11 giugno 1881 nella città lagunare, dopo aver navigato lungo la costa atlantica e circumnavigato l’Italia.

 

Fu così che nacque il trasporto pubblico a Venezia, e al Regina Margherita si aggiunsero l’anno successivo altri otto vaporetti, accolti tutti con entusiasmo dalla popolazione.

Journal
Pellestrina Venezia
Tempio votivo lido venezia
Book now